In questo articolo diamo le risposte alle domande più frequenti sulle nozioni di base della misura di pressione, compreso il motivo per cui la misura di pressione relativa va bene per la maggior parte delle applicazioni, anche se in alcuni casi è richiesta la misura di pressione assoluta.

Cosa si intende per pressione?

In generale, la pressione è definita come una forza che agisce in modo uniforme su una determinata area. Quando si preme il pulsante di un campanello, ad esempio, la pressione della punta delle dita applica una forza fisica che fa scattare un contatto elettrico all’interno, che poi invia un segnale acustico. Nelle applicazioni industriali, la forza applicata su un’area è solitamente un gas o un liquido, ma può anche essere un solido.

Perché si misura la pressione?

La misura e il monitoraggio della pressione è una parte essenziale dei moderni processi industriali. In tutto il mondo, innumerevoli sensori di pressione, manometri e trasmettitori forniscono letture di pressione in raffinerie, impianti di produzione, laboratori, aerei, case e automobili. Ciò viene fatto per garantire che la pressione sia entro limiti accettabili e, in caso contrario, per avvertire gli operatori o gli utenti di correggere la situazione.

Che cos’è la pressione assoluta e come si confronta con la pressione relativa?

Per comprendere cosa si intende per pressione assoluta, bisogna prima definire alcuni termini:

  • Pressione atmosferica. Tutto ciò che ci circonda (aria e acqua) ha un peso e crea pressione. A livello del mare, la pressione media è di 1 atm, ovvero circa 14,7 psi (libbre per pollice quadrato), oppure 1,01325 bar. All’aumentare dell’altitudine, l’aria diventa più leggera, e così anche la pressione atmosferica. La pressione atmosferica varia anche a seconda delle condizioni atmosferiche.
  • Pressione relativa. Il riferimento zero nella pressione relativa è la pressione atmosferica, il che significa che una lettura della pressione relativa mostra solo la pressione aggiuntiva all’interno di un sistema. Per questo motivo, la pressione manometrica è anche chiamata sovrapressione, poiché questa è la pressione rispetto alla pressione atmosferica.
  • Pressione assoluta. Il riferimento zero in pressione assoluta è un vuoto perfetto (vuoto assoluto), che non ha alcuna pressione atmosferica. Pertanto, una lettura della pressione assoluta visualizza la somma della pressione atmosferica e della pressione relativa.

Un’importante distinzione tra questi ultimi due tipi di pressione è il riferimento zero e se tale punto di riferimento si muove. Lo zero negli strumenti che misurano la pressione relativa è l’aria ambiente, che varia a seconda dell’altitudine e delle condizioni atmosferiche. Lo zero negli strumenti che misurano la pressione assoluta è la totale assenza di pressione, o il vuoto; pertanto, questo zero non varia.

Manometro per pressione assoluta a membrana modello 532.X

Come funziona uno strumento di misura della pressione assoluta?

I manometri per pressione assoluta utilizzano una camera a vuoto interna che viene utilizzata come riferimento per effettuare le misure di pressione. I manometri per pressione assoluta a membrana utilizzano un diaframma solido ma flessibile che separa una camera del fluido e una camera in vuoto. La pressione ambiente locale nella camera del fluido provoca la deformazione della membrana verso la camera in vuoto. La quantità di deformazione viene convertita in un valore di pressione. Questo valore viene poi indicato sul quadrante del manometro.

Quali sono i vantaggi della misura di pressione assoluta rispetto alla pressione relativa?

Poiché tutti gli impianti di una raffineria o di un impianto di produzione condividono la stessa altitudine e la stessa pressione atmosferica, la misura della pressione relativa è sufficientemente accurata per la maggior parte dei processi. Tuttavia, situazioni specifiche richiedono una pressione assoluta, che è indipendente dalle fluttuazioni della pressione atmosferica. Manometri e trasmettitori di pressione assoluta si trovano in numerose applicazioni, tra cui altimetri per l’aviazione, monitoraggio della pressione del vapore liquido, processi di distillazione, HVAC e produzione di semiconduttori. La pressione dei gas pericolosi di arsina e fosfina utilizzati nel processo di produzione dei semiconduttori deve essere attentamente monitorata durante lo stoccaggio e il trasporto. Poiché le condizioni atmosferiche fluttuano, è importante, quando si monitorano i gas pericolosi, utilizzare un punto di riferimento che non cambi.

WIKA dispone di una gamma completa di manometri per la misura di pressione relativa, pressione assoluta e pressione differenziale.

Per maggiori informazioni su quale strumento è adatto ai vostri processi ed applicazioni, contattate i nostri specialisti della pressione.

 



Invia un commento