Nell’uso comune, il termine “verifica” viene spesso utilizzato insieme a “taratura”. A differenza della taratura, in cui viene determinata la deviazione del valore misurato e certificata da uno strumento campione, la verifica va ben oltre e rappresenta un requisito legale solo in casi molto speciali.

Per un certo numero di strumenti di misura esiste un requisito di verifica legale da parte dello stato. Ciò significa che questi strumenti possono essere utilizzati solo se sono stati verificati da un laboratorio di TARATURA riconosciuto a livello nazionale. La verifica è quindi una prova richiesta dallo stato per gli strumenti di misura. Nel fare ciò, sulla base di un test di qualità della consistenza, si determina se gli strumenti di misura possono essere verificati. Nelle successive prove metrologiche viene verificato se lo strumento di misura è conforme agli errori massimi tollerati specificati e conforme ad altri requisiti definiti nell’ordinanza di verifica o nelle direttive UE. In questa categoria sono inclusi contatori dell’acqua, bilance commerciali, pompe di benzina, strumenti di misura radar o dispositivi di misura per i gas di scarico degli autoveicoli. In più, i manometri devono quindi essere verificati solo se la loro idoneità (ad esempio a causa di una precisione di misura specifica) serve a proteggere la salute e la sicurezza delle persone o a misurare le dimensioni nella libera circolazione delle merci.

Panoramica delle differenze tra verifica e taratura

VerificaTaratura

Verifica: Solo quando si tratta di un requisito legale (non ISO 9000ff):

    • Determinazione della conformità con i limiti di errore di verifica prescritti dalla legge
    • Test di verifica ufficialmente riconosciuti e legalmente vincolanti
    • Certificato di verifica o certificato di conformità (“verifica iniziale”)

Taratura DKD o ACCREDIA: Specificamente sé è necessaria la tracciabilità metrologica:

    • Per punto di taratura, la deviazione e l’incertezza di misura sono determinate e documentate nel certificato di taratura
    • Risultati di misura affidabili con tracciabilità agli standard internazionali
    • Certificato di taratura DKD o ACCREDIA

 

Il laboratorio di taratura WIKA della case madre in Germania è accreditato dall’Ente di accreditamento tedesco (Deutsche Akkreditierungsstelle – DAkkS) in conformità con DIN EN ISO / IEC 17025 per i parametri di misura temperatura, pressione, corrente continua, tensione continua e resistenza CC.

La sede di WIKA Italia dispone del proprio e completo laboratorio di taratura ACCREDIA n. 114 per i parametri di misura di pressione e temperatura.

Se sei interessato ai nostri servizi, non esitare a contattarci.

Per maggiori informazioni sulle differenze tra taratura, verifica e regolazione, guarda il nostro video:

Nell’uso comune, il termine “verifica” viene spesso utilizzato insieme a “taratura”. A differenza della taratura, in cui viene determinata la deviazione del valore misurato e certificata da uno strumento campione, la verifica va ben oltre e rappresenta un requisito legale solo in casi molto speciali



Invia un commento