Gli impianti di generazione di calore vengono utilizzati nell’industria e nel settore del riscaldamento. Il funzionamento sicuro di questi impianti richiede un gran numero di dispositivi di sicurezza. Essi sono progettati per prevenire, tra l’altro, un eccesso di temperatura, sovrapressione e vuoto. I limitatori di temperatura di sicurezza vengono utilizzati, oltre a un gran numero di altri strumenti, nel settore del monitoraggio della temperatura.

Per il funzionamento degli impianti di riscaldamento è consuetudine utilizzare una combinazione di diverse unità di controllo a circuito chiuso o aperto. Il limitatore di temperatura viene usato solo in “ultima istanza”. I dispositivi collegati a monte sono tipicamente strumenti per il monitoraggio della temperatura di sicurezza, controllori di temperature e termostati. La funzione di un limitatore è di commutare l’impianto in uno stato di sicurezza quando si verifica un surriscaldamento, ad esempio quando viene raggiunta una temperatura limite. In caso di guasto, il limitatore porta il sistema in una condizione operativa di sicurezza. Ciò garantisce che l’impianto venga controllato e che il guasto, se presente, venga eliminato prima che l’impianto venga rimesso nuovamente in funzione. Le caratteristiche di intervento dei limitatori sono descritte nella norma DIN EN 14597 per l’utilizzo di dispositivi di sicurezza negli impianti di riscaldamento.

Un ulteriore aspetto essenziale della norma DIN EN 14597 è il tempo di risposta utilizzato dalle unità di controllo a circuito chiuso o aperto per consentire il funzionamento sicuro dell’impianto. Occorre garantire che questi strumenti eseguano le funzioni di controllo o di intervento entro parametri di tempo stabiliti, a seguito del superamento della temperatura limite.

Unità di controllo a circuito chiuso e apertoModalità operativaTempo costante in secondi per il funzionamento con:
acquaariaolio
Controllore di temperaturaContinuo130120160
Controllore di temperatura, limitatore di temperatura, termostatoComportamento a due punti4512060
Limitatore di temperatura di sicurezza, monitoraggio della temperatura di sicurezzaComportamento a due punti4512060

Tabella: massimi valori ammessi per il tempo costante, relativi alla particolare applicazione (fonte: norma DIN EN 14597:2012-09)

Sulla base di questa norma un ente notificato può, tuttavia, certificare che questi strumenti soddisfano la direttiva 2014/64/UE (Direttiva dei Dispositivi in Pressione) con una prova di tipo CE.

Principio di funzionamento dei limitatori di temperatura di sicurezza WIKA

Il limitatore di temperatura di sicurezza WIKA SB15 è un dispositivo elettrico equipaggiato con un sistema di temperatura meccanico. La temperatura viene rilevata grazie al principio di espansione di un liquido. Il sistema di misura chiuso a riempimento di liquido è composto da un sensore di temperatura, un capillare e una molla Bourdon. La variazione di pressione, che si verifica come risultato del calore applicato al sensore di temperatura nel sistema chiuso, viene trasmessa alla molla Bourdon tramite il capillare e quindi visualizzata sul quadrante grazie alla deviazione dell’indice. Il disco di commutazione, presente sull’albero dell’indice, attiva la commutazione del microinterruttore quando viene raggiunto il punto di commutazione non regolabile o in caso di interruzione della linea di misurazione e blocca lo stato attuale. Un reset può essere eseguito mediante apposito utensile solamente in seguito alla riduzione della temperatura di circa il 3 % del campo scala, purché non ci sia interruzione della linea di misura.

Conclusioni
Quando i limitatori vengono utilizzati come dispositivi di sicurezza contribuiscono considerevolmente a un funzionamento sicuro degli impianti di generazione di calore. Il loro utilizzo in questi impianti è regolato dalla norma DIN EN 14597.

Scopri ulteriori informazioni sul limitatore di temperatura di sicurezza WIKA SB15 sul nostro sito internet.

 



Invia un commento